1 1 1 1 Arte Povera e Carnevale alla Querini Stampalia Mostre che spaziano dall'Arte Povera di Giovanni Anselmo alle visioni contemporanee dell'israeliana Hadassa Goldvicht e a una nuova installazione firmata Maria Botta, ma anche il Carnevale declinato per adulti e piccini, cinema, incontri e giochi. La Fondazione Querini Stampalia di Venezia lancia la sfida per un 2017 di proposte all'insegna della qualità a costi ridotti. Le iniziative del 2016 hanno portato il Museo, l'Area Scarpa e le esposizioni temporanee a registrare un buon incremento nel numero di visitatori, con la Biblioteca luogo di riferimento cittadino per studenti e ricercatori. Mentre prosegue fino al 5 marzo l'antologia dedicata a Titina Maselli e al suo universo pittorico fatto di potenti tele dalle cromie pop, partiranno a febbraio due nuove rassegne: il 15 inaugura la mostra storico-fotografica "Una famiglia in esilio: i Trentin nell'antifascismo europeo", le vicende di una familgia che ha fatto della libertà e del pensiero critico una scelta di vita; dal 16 febbraio sono ospitati alcuni scatti realizzati da Alessandra Chemollo alla Gipsoteca di Possagno e pubblicati nel volume "Carlo Scarpa. La Gipsoteca Canoviana di Possagno" di Gianluca Frediani.
Il clou arriva in maggio con una personale del maestro Anselmo, un progetto di Elisabetta di Maggio e un'esposizione della giovane videoartista Hadassa Goldvicht. Nello stesso periodo verrà svelata "Quasi un quadro", installazione permanente di Maria Morganti e Mario Botta realizzata per gli spazi della caffetteria del museo. Dal 23 al 28 febbraio, un ciclo per adulti di racconti a più voci in Museo per conoscere la storia di quest'antica festa e gli "Inventastorie di Carnevale", incontri mascherati per bambini. 

Fondazione Querini Stampalia
Retourner à l’historique Infos
2 2 2 2 3 3 3 3 4 4 4 4 5 5 5 5 6 6 6 6 7 7 7 7
10 10 10 10
Découvrez ce que vous pouvez faire à Venise
 
Cliquez sur la date qui vous intéresse pour visualiser les évènements proposés par ArteMusicaVenezia